PERCHE’ SIAMO UNICI?

Abbiamo un’idea di quanto sia importante per ognuno di noi considerarsi  unico e speciale? Se vi fermate un attimo a pensarci è straordinario il fatto che ciascuno di noi sia assolutamente diverso, fisicamente e caratterialmente, dall’altro. Studi recenti evidenziano che i fattori che incidono nell’unicità individuale sono infiniti, ed i risultati dimostrano che siamo più unici di quello che credevamo.

Do we have an idea of ​​how important it is for each of us to consider ourselves unique and special? If you stop for a moment and think about it, it is extraordinary that each of us is absolutely different, physically and behaviorally, from the other. Recent studies show that the factors that affect individual uniqueness are infinite, and the results show that we are more unique than we thought.

img_2096

Da un punto di vista biologico l’unicità umana deriva dai circa 25.000 geni che formano il genoma umano: di questi solo una piccola quantità sono specificamente umani. Questo significa che una gran parte si trovava in  altre specie (batteri e animali) e solo pochi  geni determinano la ragione per cui siamo fatti così e non in modo diverso. Ad oggi la scienza non è ancora riuscita a stabilire  esattamente i fattori che ci rendono umani. Alcuni studi hanno individuato un gene, specificamente umano chiamato HYDIN² come uno dei principali responsabili de l’innovazione umana, avendo un ruolo fondamentale  a livello cerebrale e neuronale. D’altro canto le ultime ricerche sul fenomeno della duplicazione genica (cioè il processo genetico tramite cui si forma la copia di un gene) confermano l’ipotesi che sarebbe stata proprio questa a contribuire in modo determinante nel renderci diversi dagli altri esseri viventi. La percentuale di questo tipo di geni del genoma umano è superiore a quello presente nelle scimmie, ma ciò che ci rende unici dal punto di vista biologico non è solo la quantità di questi geni nel patrimonio genetico ma sopratutto la modalità in cui questi geni si presentano.

È curioso constatare come il patrimonio genetico degli esseri umani sia uguale per un 99,9% e diverso solo per un apparentemente insignificante 0,01%. Questa che sembra una bassissima percentuale  è esattamente quella che ci rende diversi gli uni dagli altri e determina l’unicità individuale. Per riuscire a scoprire cosa ci rende unici dobbiamo partire da noi stessi. Mauro Giacca (Genetista molecolare del ICGEB di Trieste) spiega come l’informazione genetica contenuta nel DNA determina non solo le caratteristiche fisiche di ognuno di noi  (altezza, peso, colore dei capelli e degli occhi, etc)  ma anche tanti altri aspetti come la predisposizione a certe malattie fisiche, tratti della nostra personalità e del nostro carattere, definisce perché siamo estroversi o timidi, la predisposizione al rischio e a sport estremi, la propensione a studi matematici o all’arte, e anche la scelta del nostro partner. “Ciascuno di noi è il risultato di un esperimento genetico che ha mescolato, caratteristiche individuali diverse, determinando la nostra unicità insieme alla capacità di questi geni di interagire in maniera unica con l’ambiente che ci circonda”.

From a biological point of view, human uniqueness derives from the approximately 25,000 genes that make up the human genome: of these only a small number are specifically human. This means that a large part of the genes were found in other species (bacteria and animals) and only a few are those which determine why we are made this way and not differently. Science has not yet managed to establish exactly the factors that make us human. Some studies have identified a specifically human gene called HYDIN² as one of the main responsible for human innovation, having a fundamental role at the brain and neuronal level. On the other hand, the latest research on the phenomenon of genetic duplication (that is, the genetic process by which a copy of a gene is formed) confirms the hypothesis that this would have contributed significantly to making us different from other living beings. The percentage of this type of genes in the human genome is higher than that present in monkeys, but what makes us unique from a biological point of view is not only the quantity of these genes in the genetic heritage but above all the way in which these genes present themselves.
It is curious to note how the genetic heritage of human beings is the same for 99.9% and different only for an apparently insignificant 0.01%. This, which seems a very low percentage, is exactly what makes us different from each other and determines individual uniqueness. To be able to discover what makes us unique we must start with ourselves. Mauro Jacket (Molecular geneticist of the ICGEB of Trieste) explains how the genetic information contained in the DNA determines not only the physical characteristics of each of us (height, weight, hair and eye color, etc.) but also many other aspects such as predisposition to certain physical diseases, traits of our personality and our character, defines why we are extroverted or shy, the predisposition to risk and to extreme sports, the propensity to mathematical studies or to art, and also the choice of our partner. “Each of us is the result of a genetic experiment that mixed different individual characteristics, determining our uniqueness together with the ability of these genes to interact in a unique way with the environment around us”.

 

img_2095

Il risultato è che ognuno di noi è un mix di comportamenti, passioni, preferenze e gusti. La personalità caratterizza l’individuo, il suo modo di essere , di pensare e reagire agli eventi della vita ed è espressione di ciò che ci distingue, ci rende unici, originali ed irripetibili. Se ciascuno di questi elementi può riscontrarsi in un gran numero di individui, non si trova mai la stessa combinazione in due persone diverse, ed è proprio ciò che fa sì che ogni essere sia unico e potenzialmente insostituibile. Abbiamo bisogno della diversità proprio per mettere in evidenza l’ individualità e far emergere la nostra soggettività e il carattere, e per accendere la scintilla de l’unicità: persona si nasce, personalità si diventa.

Dal punto di vista delle probabilità, un calcolo approssimativo sugli eventi che hanno potuto generare ognuno di noi esattamente così com’è, considerando le probabilità che l’evoluzione abbia creato la razza umana, le probabilità che nostro padre e nostra madre si siano incontrati e abbiano generato un figlio, e le probabilità che geneticamente siamo effettivamente nati con un certo tipo di caratteristiche si aggira attorno a 1 su 10ˆ2.685.000, ossia una possibilità su un numero infinito. È evidente che per dare vita ad ognuno di noi sono necessarie una quantità di coincidenze, di eventi, fattori, di casualità ed intrecci tali che la probabilità che esista un’altro individuo uguale a noi è praticamente nulla.

The result is that each of us is a mix of behaviors, passions, preferences and tastes. Personality characterizes the individual, his way of being, of thinking and reacting to life events and is an expression of what distinguishes us, makes us unique, original and unrepeatable. If each of these elements can be found in a large number of individuals, the same combination is never found in two different people, and it is precisely what makes each being unique and potentially irreplaceable. We need diversity precisely to highlight individuality and bring out our subjectivity and character, and to ignite the spark of uniqueness: a person is born, a personality is made.
From the point of view of probabilities, an approximate calculation on the events that could generate each of us exactly as it is, considering the probabilities that evolution created the human race, the probabilities that our father and our mother met and they have fathered a child, and the probability that we are genetically born with a certain type of characteristics is around 1 in 10ˆ2.685.000, which is one possibility in an infinite number. It is clear that to give life to each of us, a number of coincidences, events, factors, randomness and intertwining are necessary such that the probability that there is another individual like us is practically nil.
img_2098

Prendere  coscienza della nostra unicità è importante per rafforzare il proprio senso di identità. La diversità di tutti  i miliardi di persone  che esistono al mondo crea una ricchezza che ci aiuta ad evolvere, grazie al confronto con il diverso ci fa migliorare e crescere. L’agire sociale si fonda sul progetto individuale che ciascuno di noi tende a costruire, e farlo confrontandosi con altri e con la loro diversità ci permette di creare una realtà condivisa.

“Ciascun essere umano è una forma di vita in se stessa unica e irripetibile. L’uomo nasce con la sua individualità. Ma c’è qualcosa che egli può fare al di là e al di sopra del materiale precostituito della sua natura: può diventare cosciente di ciò che lo fa essere la persona che è e può consciamente adoperarsi per connettere ciò che egli è con il mondo che lo circonda. E questo è forse il massimo che ci è dato di fare.”

Becoming aware of our uniqueness is important to strengthen one’s sense of identity. The diversity of all the billions of people that exist in the world creates a wealth that helps us to evolve, thanks to the comparison with the difference, that makes us improve and grow. Social action is based on the individual project that each of us tends to build, and doing so by confronting others and their diversity allows us to create a shared reality.
“Each human being is a form of life in itself unique and unrepeatable. Man is born with his individuality. But there is something he can do beyond and above the pre constituted material of his nature: he can become aware of what makes him the person he is and he can consciously work to connect what he is with the world he is. surrounds it. And this is perhaps the best we are given to do.”

img_0789

Un miracolo viene definito come “Un evento così improbabile da essere quasi impossibile”. Considerando le remote possibilità che ci sono per ogni individuo di essere così com’è, ogni persona può essere considerata un vero miracolo.

A miracle is defined as “An event so unlikely that it is almost impossible”. Considering the remote possibilities that there are for each individual to be as they are, each person can be considered a true miracle.

Ti aspetto al prossimo post.

Joana