VIVERE AL MEGLIO LA VACANZA

Il termine vacanza deriva dal latino “vacantia” di “vacans” participio presente di “vaccare“, che vuole dire  essere vacuo, libero, sgombero, senza occupazioni e preoccupazioni. La vacanza suggerisce un piacevole senso di libertà, giorni vuoti dai vari impegni quotidiani, in cui i ritmi possono rallentare avendo a disposizione tempo per evadere, per conoscere, per incontrare altre persone o se stessi.

The term “vacation” comes from the latin word “vacantia” of “vacans” present participle of the verb “vaccare” , which means being vacuous, free, clear, without any occupations or preoccupations. Vacation suggests a little sense of freedom, empty days from our daily commitments, in which the rhythms can slow down having available time to escape, to learn, to meet other people or ourselves.

img_0521

Diversi studi considerano la vacanza un’esperienza terapeutica a tutti gli effetti. La psicologa londinese Rebecca Spelman in una sua ricerca, sostiene che fare un viaggio breve ogni tre o quattro mesi, può portare benefici notevoli per la salute. I risultati di un’altra ricerca condotta da The Economist, dimostrano che andare in vacanza ,ci rende più produttivi e scongiura il pericolo della “sindrome di burnout” (meglio nota come sindrome di esaurimento professionale percepita come logorante dal punto di vista psicofisico) diventando un vero e proprio investimento anche dal punto di vista lavorativo. A livello fisico, il sistema immunitario e il cuore, sono i primi a trarre beneficio della vacanza.

Il riposo è necessario perché stimola la creatività, rafforza la motivazione, permettendoci di lavorare meglio.  Gli studiosi hanno scoperto che bastano otto giorni lontani dalla normale routine, trascorsi nel totale relax, per innescare cambiamenti a livello genetico che smorzano lo stress, rafforzano il sistema immunitario e abbassano i livelli di alcune proteine legate allo sviluppo di demenza o depressione.

Per recuperare salute e benessere riducendo i livelli di stress è però importante affrontare al meglio il momento prima, durante e dopo le ferie. Se è vero che le vacanze rappresentano uno degli strumenti per ritrovare il proprio “star bene” non basta interrompere le attività lavorative per riequilibrarsi ma è essenziale, gestire questo tempo, nel migliore dei modi. Vediamo qualche consiglio  da seguire per fare tutto ciò che serve al nostro corpo e alla nostra mente.

Different studies consider vacation a full-fledged therapeutic experience. The London psychologist Rebecca Spelman in one of her resources sustains that having a little trip every three or four months can have considerable benefits for hour health. The results of another research conducted by The Economist show that going on vacation makes us more productive and wards off the danger of the “burnout syndrome” (better known as professional breakdown syndrome perceived as stressful from the picture work-wise. At a physical level, the immune system and the heart are the first ones that take benefit out of vacation.
Resting is necessary because it stimulates our creativity, strengths our motivation allowing us to work better. Scholars found out that eight days far from the normal routine, spent in total relax, are enough in order to trigger changes on a genetic level that dampen our stress, strengthen our immune system and Lowe the levels of some proteins connected to the development of dementia or depression.
In order to recover our health and wellness lover the level of stress it’s important to face the previous moment in the best way, the pre and after vacation. If it’s true that vacation represents one of the instruments to be good, interrupt our working activities isn’t enough to rebalance, but it’s essential organizing this time in the best way. Let’s see some advices to follow in order to do everything that our body and our mind need.

img_0451

  • Staccare del tutto

È importante che la vacanza corrisponda a un periodo irrinunciabile di gioia e di vero relax, ma a volte, staccare davvero la spina e godersi il riposo senza pensieri può essere più difficile del previsto. Dobbiamo vivere questi giorni con una prospettiva di libertà mentale senza sensi di colpa in merito alle attività non concluse. Staccare è una necessità fisiologica anche per chi ama la sua professione, serve a ricaricare le energie che al ritorno ci faranno avere nuove risorse con cui affrontare i mesi futuri.

L’uomo è una creatura abitudinaria e rompere la routine del quotidiano può compromettere il benessere generando  manifestazioni di malessere come insonnia, mal di testa e repentini cali di energia. Ma il cambiamento fa bene anche se all’inizio qualche disturbo può essere inevitabile.

  • Rallentare

La forza dell’abitudine ci porta sempre a fare tante cose, ma in vacanza è necessario porsi un obiettivo: rilassarsi e rigenerarsi. In estate la quotidianità segue un ritmo diverso, il primo passo per rigenerarsi consiste nel lasciarsi andare e abbracciare uno stile di vita più improvvisato ed estemporaneo.

Per fare in modo che le vacanze non  incidano sul nostro livello di stress, ma bensì a riequilibrarlo, è molto importante avere un approccio ad essa con una modalità diversa, allontanandoci dagli schemi che caratterizzano le nostre attività quotidiane, lasciandoci andare senza troppe impostazioni e dando spazio all’imprevisto , al caso.

  • Evitare troppe aspettative

Spesso capita di aspettarsi il massimo del divertimento, dello svago e della felicità come se fosse l’ultima vacanza della nostra vita per poi ritrovarsi delusi. E meglio cercare di essere realistici e di non anticipare quanto ci piacerà, in questo modo quello che accadrà sarà inatteso e regalerà vere emozioni.

    • Shut it off entirely
It’s important that vacation corresponds to a period of joy and relax, but sometimes shut off and enjoying the rest without any thoughts can be more hard than expected. We need to live these days with a prospective of mental freedom and without guilt for the non-finished activities. Shut off is an necessity even for who loves his profession, to recharge our energies that at the return will permit us to have new resources to go through the next months.
Man is a routine creature, and breaking the routine of the daily can compromise our wellness sousing some problems like insomnia, headache and energy sudden drops in energy. However changes are good even if at the beginning some problems are inevitable.
     • Slow down
Our force of habits drives us to always do a lot of things, but on vacation it’s necessari to put a goal: relax and regenerate. During the summer habits have a different rhythm, the first step to regenerate is to let ourself go and to hug a more improvised lifestyle.
To ensure that our vacations don’t affect on our stress level, it’s really important to have an approach to it with a different modality, getting far away form those schemes that characterize our daily activities, letting us go without too many settings and giving space to the unexpected.
    • Keep your expectations low
It happens often to expect the maximum fun and happiness as if it was the last vacation of our life, and then we end up disappointed. It’s better to try to be realistic and to not anticipate how much we will enjoy it, this way what is going to happen will be unexpected and will give us real emotions.

img_0217

  • Concentrarsi sul momento presente

Per godere ogni momento è preferibile fare una sola cosa per volta portando l’attenzione sul momento che stiamo vivendo, dedicando del tempo alle nostre priorità  cercando di vivere più concentrati nel essere che nel fare. Questo ci aiuterà ad eliminare le preoccupazioni.

  • Dormire

I primi giorni forse non riusciremmo a farlo, perché i ritmi biologici hanno bisogno di un po’ di tempo per cambiare, ma dal terzo giorno sarà possibile riuscire a dormire qualche ora in più. Dormendo si riattivano i pensieri, la mente, i tessuti muscolari, consentendo un ringiovanimento quotidiano di corpo e mente che rigenerandosi migliora le sue prestazioni.

  • Gestire gradualmente lo stress da rientro

Il primo passo per combattere la sindrome da rientro, consiste nell’evitare che lo stacco delle vacanze sia brusco,  cercando, il più possibile, d’approcciare la ripresa dei ritmi abituali con gradualità. Lasciare il tempo al corpo e alla mente di riprendersi rientrando due giorni prima dall’inizio del lavoro dedicando  tempo a svolgere  attività piacevoli.

    • Focusing on the present moment
In order to enjoy every moment it’s preferable to do one single step at a time, bringing the attention on the moment we’re living, dedicating that time to our priorities trying to live more focused in being rather than doing. This will help us with deleting preoccupations.
    • Sleep:
The first days probably we won’t be able to do it, because the biological rhythms need some time to change, but from the third day will be possible to sleep some extra hours. Sleeping our thoughts, our mind, our muscular textures, reactivate, permitting a daily rejuvenation of body and mind that regenerating makes its performances better.
     • Organize gradually the return’s stress:
The first step in order to fight the return syndrome consists in avoiding that the detachment from the vacation gets hard, trying to approach the reset of our rhythms gradually. Give time to the body and to our mind to reset coming back home two days before starting to work again and dedicating time to do things we like.

 

img_0572

L’estate può diventare una ricarica di benessere grazie al relax e alle nuove esperienze vissute. La vacanza è gioia, svago, divertimento, spensieratezza, novità… Abbiamo la possibilità di recuperare energie, buonumore e ottimismo. Qualunque sia la nostra vacanza è un tempo diverso, un tempo nostro, ma sopratutto il tempo presente del qui e ora. Viviamola in modo sereno, con i propri ritmi e le proprie attività o inattività, ascoltando i nostri bisogni più profondi e reali, non quelli indotti della fretta e dall’ansia.

Summer can become a refill of energies thanks to the relax and to the new experiences. Vacation is joy, leisure, fun, light-heartedness, news… we have the possibility of reset our energies, good humor and optimism. Whichever it is, our vacation is a different time, a time that is ours, but most the present time of here and now. Let’s live it in a calm way, with our rhythms and activities or inactivities, listening to our deep and real needs, not the ones given from rush and anxiety.

Buona vacanza a tutti !!!

Happy vacation to everyone!

5 pensieri riguardo “VIVERE AL MEGLIO LA VACANZA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...